Il progetto Manhattan

60 anni del progetto Manhattan (cioè quando Roosvelt chiamò tutti i grandi fisici mondiali nel deserto del Nuovo Messico a Los Alamos per costruire la bomba atomica e finire la guerra. E dove Italia e Ungheria hanno avuto un ruolo importante…).

“Nel 1936 Fermi, da tempo impegnato nelle sue famose ricerche sui neutroni lenti, riceve una lettera dal fisico ungherese Leo Szilard che gli scrive della possibilità di innescare una reazione a catena: E’ il medesimo Szilard che nel ’39 insieme ad Einstein, Teller e Wigener metterà al corrente Roosvelt della fissione dell’uranio e avrà un ruolo importante nel progetto Manhattan. A quell’epoca Szilard vuole dal maestro solo un parere autorevole, ma Fermi non lo prende troppo sul serio. In realtà lui e i suoi “ragazzi” di via Panisperna quella reazione l’avevano già prodotta nel loro laboratorio, ma non l’avevano vista.
Szilard pensa subito alle applicazioni militari: si trova in Inghilterra ed e’ già pronto a brevettare la sua scoperta e a collaborare con l’ammiragliato di Sua Mestà.Invece Fermi (..)ha un progetto di interesse esclusivamente civile.

Dopo Pearl Harbour tutta l’operazione subisce una improvvisa accelerazione.(…)

Poi arrivò la fatidica data del 16 Luglio 1945 – quella del test di Trinity. Quello stesso giorno cominciarono a serpeggiare dubbi e ripensamenti: alcuni fisici avanzarono l’idea di un’azione dimostrativa su un isolotto sperduto, per mostrare al nemico cosa poteva capitare.
Fermi che sente ancora incombente il pericolo nazista nn è fra questi.: si opporrà solo dopo, nel momento del passaggio dalla bomba a fissione a quella a fusione.”

(da Il sole 24 ore di oggi)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s