Budapest omaggia Piedone

commemorazione Bud Spencer a BudapestSul mitico bus n.7 che mi porta a destinazione c’è un tipo grosso con la maglietta azzurra un po’ sgualcita di Banana Joe, un bel Bud Spencer sorridente. Stiamo andando tutti a Stefania ùt, dove c’è l’ambasciata italiana. Un tamtam su facebook ed ecco forse 1000  persone assiepate davanti alla nostra benemerita ambasciata che chissà da quanto tempo nn ne vedeva così tanti…

Son tutti qui per commemorare Bud Spencer, che ieri ahinoi ci ha lasciato. Come si usa fare qui, in Ungheria, tutti in silenzio, tutti in fila per accendere una candela, deporre un fiore un ricordo un oggetto personale per ricordare l’uomo che non c’è più. Buona parte con la maglietta di Bud Spencer, spesso del fan club Bud Spencer e Terence Hill Ungheria, tanta gente del popolo, gente che si riconosceva in loro… Alle 8.25 si accosta persino una macchina, resta parcheggiata e mette a basso volume ma ben udibile la musica inconfondibile di Banana Joe. Più forte ragazzi. Due ragazze piangono, una consola l’altra.

Se vi sorprende questo amore per il nostro cinema così italico, vorrei dire: Quando mi si chiede come è visto l’italiano qui io inizio sempre a parlare della mia collezione di DVD dei film di Bud Spencer e Terence Hill uscita con il tabloid locale Blikk (quello che costa 30 cent e legge la massaia sul tram con cronaca nera nerissima ). Blikk dato in allegato  i loro DVD una volta a settimana per 20 settimane, diciamo un bel catalogo. addirittura qualcuno con un duplice doppiaggio, che in Ungheria nacque un epigono di Bud Spencer, un attore magiaro ben piazzato e con la barba, simpatico e senza tante arie che si ritrovava a dar cazzotti nelle bettole per togliere dai guai deboli e indifesi..  e a un certo punto ridoppiò anche i film del suo maestro..

è che un tempo l’Ungheria era il paese del blocco socialista più aperto all’occidente e l’Italia il paese occidentale col partito comunista più forte e organizzato. Il piu grande regista ungherese Jancso Miklos ha vissuto 10 anni in Italia e la nostra cultura popolare era Celentano e i film di Bud Spencer e Terence Hill. e poi in fondo a conoscerli bene Bud Spencer e Terence Hill son proprio come sotto sotto vorrebbe essere ogni ungherese, col cuore d’oro, le gare di birra e salsiccia in una bettola dove sentirsi a casa, le auto fighe e il potente di turno che fa la parte del coglione e la vita presa in giro.. più forte ragazzi.

solo alla fine riesco ad avvicinarmi al cancello dell’ambasciata, mi faccio strada dietro un tizio enorme pelato, con una fascia nera sulla fronte e la maglia di Totti: sulla cancellata dell’ambasciata italiana gli unghersi han deposto tanti ceri e candele accese allineate, foto di Bud Spencer sorridenti stampate in A4,  una incorniciata da due rose bianche, il fiore del lutto qui in Ungheria, qualcuna a colori, uno ha messo il DVD di Kincs ami nincs ( chi trova un amico trova un tesoro), un altro due lattine di birra tra le candele. Bud Spencer apprezzerà.

e alla fine è venuta voglia pure a mia di andare alla bettolasottocasa… ora son là

 

image

image

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s