La Nazione ungherese chiude domani

Chiude il Magyar Nemzet , la Nazione Ungherese, storico quotidiano magiaro. La prima bella notizia del dopoelezioni in Ungheria è questa.

……………………………………………………………………………………………

All’ingresso del Caffè Centràl, un odei grandi e storici caffè letterario di inizio secolo (quello vecchio) c’è ancora la tradizione di esporre all’ingresso 4-5 copie dei giornali del giorno, il signoredi città ne prende uno con non curanza e si accomoda al suo tavolino dove è solito sedersi, per ordinare un caffè lungo e sfogliare le notizie del giorno.  gli stessi giornali nel comodo reggigiornale in legno nel mio baretto tradizionale di Buda, in cui in tanti van davvero a mangiarsi pane e frittata e leggere il giornale.

Sembra già il passato, dopo il Nèpszabadsàg nell’ottobre 2016 (storico giornale dei socialisti) domani chiude anche il Magyar Nemzet, il giornaleche negli ultimi anni era diventato voce della destra (europea) ungherese antiorban

L’ultima edizione sarà quella di domani. Dei tre quotidiani lontano dal controllo di Orban, ora resta solo il Nèpszava (la parola del popolo, liberale). il Magyar Nemzet avea 80 anni, ed era di proprietà dell’ormai ex magnate dei media Simicska Làjos, in passato vicinissimo a Orbàn, ma da cui si era allontanato nel 2015 (e diventando il padrino del nuovo Jobbik centrista). Magyar Nemzet era diventato quindi un giornale di opposizione, diremmo una destra europea, critica verso le spinte autoritarie di Orban.

nello stesso gruppo editoriale sparirà (ultime trasmissioni oggi) anche Lanchid Radio (la Radio del ponte delle catene).

Cosa rimane? Simicska aveva un gruppo editoriale completo, resistono a parte il settimanale l’Heti Valasz, (la risposta della settimana) il cnale televisivo HirTV e il sito di informazione più seguito d’Ungheria, index.hu, da cui ho appreso la notizia.

magyar nemzet dittatura democrazia

Avevo qualche vecchia copia  in cantina, per incartare il pesce o per non sporcare il pavimento quando ridipinto casa. Ora è un pezzo da collezione.  W la #democrazia

Il Magyar Nemzet chiude per motivi finanziari, se pensate che son le leggi del mercato, mi dicono i ben informati che il giornale verrà rilevato dal Ungar Peter, membro dell’LMP (u’altra ungheria è possibile), il figlio di Schnidt Maria, storica, pasdaran di Fidesz, la diretrice della tanto discussa (politicamente) Casa del Terrore di Andrassy ut a Budapest.

Motivi finanziari vuol dire che a domanda da Fidesz diranno una cattiva gestione del giornale, è il mcvrcao ragazzi (come si disse per il Nèpszabadsàg). la realtà è che gli altri media sono pompati dai soldi del governo, (di Orban), dalla pubblicità istituzionale (chè è praticamente uguale a quella di Fidesz senza grandi distinzioni) o di aziende vicine a Orban, e le altre aziende son state “minacciate di ritorsioni in caso di pubblicitàù sui media di Simicska” (link) che ha messo le mani dappertutto cosi difende la nazione da chi le vuole sottrarre il benessere. Risultato ora sto guardando Hirt TV e mi sto sorbendo minuti e minuti di pubblicità dozzinale di quella coltello americano multiuso superaffilato indispensabile in cucina chiama ora non 30.000, no 25.000, non 20.000 fiorini, ma incredibile 14.990 fiorini e se chiami subito in regalo anche il preziosissimo scolatutto in plastica rinforzata antiscivolo

Se vi chiedete invece perchè la nazione nn si ribella e nn soffre per questa che sembra un’altra stretta democratica (un’altra fetta del salame ungherese che vien tagliata) ricordate che il giornale dei socialisti è stato chiuso un anno e mezzo fa e nessuno se ne preoccupa, più, e poinn avete capito la logica del populismo di Orban: Orban difende la patria, Simicska è uno di quelli che la vuole minare dall’interno, lui e le plutocrazie, il Magyar Nemzet scriveva solo falsità.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s