grazie URSS, firmato Gyurcsany

Il buon Gyurcsany Ferenc, primo ministro, continua con le sue frasi maldestre. tutto il mondo e paese:

L’altro ieri in un colloquio con Putin ha ringraziato pubblicamente l’URSS per aver liberato l’Ungheria nel ’45. i giornali dicono “servilmente”.

e continua a scoprire quanto e cattivo il mondo: va a Debrecen in un incontro con gli studenti, anche se tutti lo sconsigliano, fuori lo fischiano tutti: “Non si può parlare con uno che ha il fischietto alla bocca”, si lamenta Ferenc.

Poi entra nella sala, si sentono i fischi da fuori mentre dentro rumoreggiano tutti e lui intanto parla che bisogna restare uniti.

Advertisements